Sinezamia Official Website

Mondo Metal intervista la rock band lombarda Sinezamia

- Salve ragazzi, benvenuti sulle pagine di Mondo Metal.
Parlateci dei Sinezamia. Come e quando è nato questo progetto?

Ciao a tutti.
Il progetto Sinezamia vede la luce nel Maggio 2004 da un’idea di quattro ragazzi. Di quella formazione, a oggi, sono rimasti solo Marco Grazzi alla voce e Carlo Enrico Scaietta alle tastiere.
L’idea è stata fin da subito quella di scrivere pezzi nostri in italiano con, all’inizio, riferimenti al filone new wave/dark. Quel periodo più “claustrofobico” rimane immortalato nei primi due EP, “Fronde” del 2007 e “Sacralità” del 2009. Con il cambio di formazione “radicale” avvenuto poi tra il 2010/2011, abbiamo pubblicato il singolo “Ombra”, tracciando un nuovo sentiero musicale, mescolando le influenze musicali di ognuno di noi, tra dark, hard rock e metal.

 

 

- L’anno scorso è uscito “La Fuga”, il vostro album di debutto: quanto lavoro ha richiesto e quali sono stati i riscontri da parte del pubblico e della critica specializzata?

“La Fuga” è stato composto da metà 2010 a metà 2011 e registrato nel Dicembre dello stesso anno presso gli studi di “Strong Villa” di Saro Torreggiani. Molti brani che sono nati in quel periodo, ma non terminati, faranno sicuramente parte del nostro prossimo lavoro. Quindi diciamo che ha chiesto un anno di pre-produzione e un mese di registrazione (la prima registrazione ci è stata rubata a causa di un furto in studio). Il disco, considerando il fatto che è stato completamente autoprodotto in ogni suo aspetto (come tutti i nostri lavori discografici), ha riscosso un ottimo successo di critica e di pubblico. Avvalendoci della collaborazione di Stefano e Oscar di “Atomic Stuff” nella promozione, abbiamo ottenuto un consenso unanime in termini di recensioni, facendo risultare “La Fuga” come “un ottimo disco, ricco di personalità, infarcito di vari stili musicali, con un’ottima produzione, scrittura dei testi in italiano, composizione ed esecuzione”.

 

 

- Avete appena fatto uscire un nuovo singolo, “Senza Fiato”, composto da due brani. Volete parlarcene? C’è già il successore di “La Fuga” in lavorazione?

“Senza Fiato” è un singolo, derivante dalla nuova collaborazione in studio con i ragazzi di “Atomic Stuff”, composto da due inediti, ovvero “Senza Fiato” e “Cenere”. Avevamo vinto queste registrazioni a un contest da loro indetto e abbiamo voluto provare con due inediti che già suonavamo in questo 2013. Fino a poco prima del master definitivo, non avevamo idea di come e quando sarebbe uscito, avendo comunque pubblicato l’album nel 2012. Ma ritengo sia importante per una band mantenersi attiva sul profilo discografico, destando sempre l’attenzione del pubblico e degli appassionati. Il singolo è uscito quindi il 25 Ottobre, in 200 copie numerate cartonate, in cd in formato “vinilico” e in formato digitale su qualsiasi piattaforma digitale. Si tratta sempre di un’autoproduzione a tutti gli effetti, seguita sempre da “Atomic Stuff” nella promozione e vendita. Questi due pezzi rappresentano già una evoluzione nel nostro sound. Se già “La Fuga” ne aveva delineato il nuovo percorso, questo singolo ne è la conferma; anche i recensori e il pubblico se ne sono accorti, ed è quello che volevamo.
Anche la copertina, un’opera del chitarrista Federico Bonazzoli intitolata “Fiore Atroce”, è una copertina particolare, fuori dai canoni convenzionali e sicuramente molto suggestiva.
Stiamo già lavorando ai pezzi che, con tutta probabilità, formeranno il secondo disco. Credo che ci richiederà tutto il 2014 per una stesura minuziosa.
Già un terzo brano poteva finire nel singolo, ma abbiamo preferito per il momento tenerlo nel cassetto.

 

 

- Quali sono le tematiche principali dei vostri testi? C’è un argomento, o uno stato d’animo, in particolare da cui traete maggiore ispirazione?

I nostri testi sono sempre stati legati soprattutto a temi personali e introspettivi. Quindi delusioni, rabbie, speranze, voglia di cambiare le cose ma anche riferimenti a fatti della vita quotidiana. “Fronde” rappresentava una summa del nostro primo periodo (2006/2007), “Sacralità” era legato all’aspetto del sacro e profano (2008/2009). “La Fuga” rappresenta la nostra fuga da stupidi stereotipi musicali e dalle condizioni che la società ci impone. “Senza Fiato” invece è, volendo, un prosieguo di quanto tracciato nel disco. Infatti cantavamo “Sono solo nella fuga“, probabilmente il grido di dolore dell’uomo moderno, in fuga per trovare la libertà da questo mondo frenetico.
“Chi non ama la solitudine non ama la libertà, perché non si è liberi che essendo soli”, diceva Arthur Schopenhauer. Una libertà che cerchiamo di cogliere in volo verso la felicità che, quando è a portata di mano, ci lascia senza fiato per lo stupore. È quando il destino ci volta le spalle e la paura ci assale che sentiamo l’incessante bisogno di conforto, non importa di che tipo, in questa esistenza effimera, sfuggente.
Viviamo quotidianamente con la consapevolezza che, senza i valori che rendono veramente umano il nostro essere, nel momento del bilancio, ci troveremo tra le mani soltanto della cenere. Ma è proprio dalla cenere che può riprendere vita la fiamma dell’esistenza…

 

 

- Passiamo all’argomento “live”: quanta importanza gli date rispetto allo “studio” e cosa deve aspettarsi da voi chi va a vedervi?

Per noi i concerti sono l’aspetto più bello e sentito. Il momento in cui sfoghiamo i nostri animi ed emozioni. Lo studio è importantissimo, in quanto è da lì che nascono i nostri pezzi e vengono “fermati” per sempre. Il live è la riproposizione degli stessi, ogni volta con emozioni diverse, sempre nuove e intense. Chi viene a vederci sicuramente non troverà un concerto statico. È sempre una crescita emotiva pezzo per pezzo, dando anche molta importanza alla presenza scenica, rappresentativa dei nostri testi. Cerchiamo di mescolare musica, testi e scenica per cercare di fare recepire il nostro messaggio.

 

 

- Come vi state muovendo (concerti, promozione online, merchandise) per supportare l’uscita di “Senza Fiato”?

L’aspetto della promozione è seguito sia da noi che da “Atomic Stuff”, così come la vendita. Chi volesse una copia del singolo (come anche l’album “La Fuga”), può chiederlo contattando la band ai canali ufficiali, contattando “Atomic Stuff” o in alcuni negozi presenti a Mantova, Firenze, Roma.
È un aspetto che seguiamo sempre direttamente noi, quindi è ovvio che non possiamo sperare di varcare orizzonti lontani, ma speriamo che qualcuno possa prima o poi interessarsi seriamente al nostro progetto. Anche l’aspetto del trovare date è sempre seguito dalla band, quindi non si può mai parlare di tour vero e proprio. Stiamo già cercando date per il 2014, sperando sia un anno prolifico come questo 2013, dove abbiamo fatto circa 20 date in diverse province d’Italia e anche la partecipazione al famoso MASTERS OF ROCK in Repubblica Ceca a Luglio assieme a nomi prestigiosi internazionali come The Exploited, Lordi, The 69 Eyes, Dragonforce, ecc.
Vedremo se realizzare un videoclip come supporto a questo singolo. Presto saremo comunque coinvolti in un altro progetto che si discosta da quello che abbiamo fatto fino a ora, ma non possiamo svelarvi di più.

 

 

- Cosa ne pensate di internet come mezzo di diffusione della musica e della nascita di comunità, webzines, forum o altro che trattano dell’underground? Voi di quali canali vi servite per farvi conoscere dal pubblico?

Internet è una lama a doppio taglio. Facile, immediato, alla portata di tutti. Ma anche molto dispersivo e oramai senza filtri. La musica gira sicuramente molto di più rispetto al passato e con una estrema facilità, ma quanto viene veramente apprezzata? Quanta importanza si dà a essa?
Secondo me ha portato a una piattezza generale, sia in termini creativi che di stimoli nel cercarla.
L’underground è trattato molto su internet ed è grazie a webzines come voi che troviamo appoggio e interesse, ma bisognerebbe dare maggiore risalto a esse, come alle band stesse.
Noi non abbiamo filtri: laddove è possibile farci conoscere con la nostra musica, è sempre un piacere. Abbiamo smesso di porci solo per un certo target musicale o definirci solo in un contesto preciso. Questo è limitativo per la band e per chi potrebbe scoprire la nostra musica.
Comunque la nostra musica è presente un po’ ovunque…

 

 

- Ringraziandovi del tempo dedicatoci, lascio a voi la chiusura…

Grazie a voi per lo spazio concesso.
I Sinezamia sono sempre qua, alla ricerca di nuove date nelle vostre città, quindi non esitate a contattarci. Se siete interessati ad ascoltare la nostra musica e a supportarla, potete farlo ordinando una copia dei nostri dischi ai seguenti indirizzi o nei negozi sotto indicati.
A presto!

Un elenco dei punti vendita del nostro singolo SENZA FIATO e dell’album LA FUGA.

Jolly Music Store

Quartiere Borgochiesanuova – Via Imre Nagy, 5 – 46100 – Mantova

http://www.jollymusicstore.com/

Vinylove music store

Viale Petrarca 20 – 50053 – Empoli(FI)

https://www.facebook.com/pages/Vinylove-Musicstore/175323819326009

Transmission

Via dei Salentini, 27 – 00185 Roma

http://www.transmission.it/catalog/

Atomic Stuff

Via Visano 86 – 25010 Isorella (Bs) http://www.atomicstuff.com/altreetichette.html

Negozi “on line”

Ebay

http://www.ebay.it/sch/effettonotte87/m.html?_nkw&_armrs=1&_from&_ipg&_trksid=p3686

Amazon

Contattando direttamente la band ai seguenti canali ufficiali (pagamento con postepay o paypal)

E-mail : info@sinezamia.it

MySpace : http://www.myspace.com/sinezamiamantova

Facebook : http://www.facebook.com/sinezamia

Bandpage : http://sinezamia.bandpage.com/

Last FM : http://www.lastfm.it/music/Sinezamia

Rockit : http://www.rockit.it/sinezamia

Tunecore : http://www.tunecore.com/music/sinezamia

iTunes : http://itunes.apple.com/us/artist/sinezamia/id508458571

O in formato digitale su:

iTunes :

Spotify

Amazon mp3

Messico iTunes

iTunes USA

iTunes in America Latina (incluso il Brasile)

iTunes Australia / NZ

iTunes Canada

iTunes UK / Unione europea

iTunes in Giappone

Deezer

Google Play

Nokia

Rhapsody

VerveLife

Zune

eMusic

iHeartRadio

Simfy

Juke,

Muve Music

MySpace Music,

MediaNet

Xbox

MusicRadio

Sony Music Unlimited

Wimp

Google Play

Gracenote

Shazam

Simfy,

7Digital